CIMB

Vai ai contenuti
ERA GIA' TUTTO PREVISTO
Fortunatamente le cose si mettono bene (almeno in Italia e in Europa)
Ci vuole prudenza certamente ma realismo sociale ed economico
E analisi attenta dell'evoluzione dell'epidemia . Leggo che il virus non esisterebbe. Errore e orrore, in questi giorni nel suo tour mondiale sta seminando  morte oltre atlantico https://www.dottnet.it/articolo/31055/covid-ha-perso-la-sua-potenza-iniziale-ma-scoppia-la-polemica/?tag=10921326714&tkg=1&cnt=3
C'è da ripensare la gestione del virus che come aveva previsto Tarro soffre il caldo e muta come tutti i virus di questa categoria.
Va bene un forte dibattito sui dati reali per chiarire le questioni aperte nella diagnostica e nella terapia, che è un affare globale come la vicenda di Whuan ci ha insegnato.
Ne parliamo stasera su Zoom nel VI WORKSHOP in vista del progetto europeo sulla terapia personalizzata del COVI 19  e delle malattie croniche dell'anziano con MERIDIANTECH.
Prato 1 giugno 2020  Vincenzo Valenzi
https://www.facebook.com/vincenzo.valenzi                         VEDI ALLEGATO


.
25 APRILE… CI LIBEREMO ANCHE DEL COVID-19


L'esito finale, favorevole o sfavorevole, dell'infezione da Covid-10 si decide infatti nei primi 10-15 giorni dal contagio. E tutto si giocherebbe su tre elementi cruciali: l'esposizione virale, la debolezza immunitaria o uno sforzo fisico intenso nei giorni dell'incubazione. A dimostrarlo è uno studio dell'Istituto superiore di sanità (Iss), che mette insieme il puzzle delle manifestazioni cliniche del virus, dalle forme asintomatiche alla morte. https://www.dottnet.it/articolo/30698/iss-l-esito-del-covid-si-decide-nei-primi-15-giorni-di-contagio/?tag=10899714212&tkg=1&cnt=1

In merito alla esposizione uno studio nel bergamasco rileva come il Sars-CoV-2 è stato trovato nelle polveri sottili e questo potrebbe aumentare la persistenza del virus nell’atmosfera. Da dove in particolare con le nano polveri potrebbe giungere agevolmente  verso il sistema alveolare, forse spiegando la relativa scarsa presenza e/o aggressività del virus nelle aree interne e montane, come quella  da cui proviene l’esimio prof. Roberto Burioni (Casteldelci Rn da dove proviene anche il 97enne Giovanni), che comunque aveva snobbato una possibile correlazione tra ambiente inquinato e covid-19,  addebitando la scarsa penetrazione del virus al distanziamento sociale de facto nel suo  paese fatto di pochi abitanti. https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/20_aprile_24/studio-italiano-coronavirus-trasportato-particolato-atmosferico-ed27ba0e-8619-11ea-9ac6-16666bda3d31.shtml

Così si ha difficoltà a capire nel quadro delle strategie preventive la resistenza a trasferimento nelle seconde case di montagna, e di campagna di quanti possono, e magari la riorganizzazione di sistemi sanatoriali in uso nel NOVECENTO che ancora persistono abbandonati (quando non trasformati in moderni Hotel) e rilanciare la climatoterapia che ancora fa parte del corpo normativo sanitario nazionale e della Regione Toscana (che manda gli invalidi a fare soggiorni climatici che potrebbero essere indicati anche per i COVID 19 convalescenti e asintomatici o paucisintomatici usando alberghi montani o in collina come hanno fatto a Vaglia, sull’Appennino toscano,  per i marinai sbarcati a Piombino di cui sarà interessante seguire l’andamento della patologia virale.

Sulle strategie preventive del contagio, va ovviamente considerata la sanificazione degli ambienti di vita e di lavoro che vanno trovando un’attenzione altissima che andrebbe modulata e precisata per evitare di distruggere tutto il patrimonio di saprofiti che cerchiamo di reintegrare dopo terapie antibiotiche con l’assunzione di batteri a miliardi, con i fermenti lattici e probiotici vari.

In merito ho difficoltà a capire lo scandalo del buon  Ranucci che con il suo REPORT (ci manca tanto la Milena Gabanelli!), è partito all’attacco di un grande vecchio della medicina come Alberto Zaccagna che ha fatto un ragionamento di una banalità lapalissiana, scoprendo di fatto  l’acqua calda, con un po' di incenso e propoli, che in uno studio dell’Università di Torino e di una università veneta avevano dimostrato che sono in grado di abbattere la carica batterica dell’80% circa https://youtu.be/QSnN8CO9cFc

Mentre 150 medici italiani sono caduti sul fronte del CORONA VIRUS, in attesa del vaccino, che speriamo superi le criticità riscontrate nel vaccino sull’Aids, e sugli altri virus che negli ultimi anni hanno alimentato cinque pandemie, c’è da mettere mano alla terapia di una malattia che appare sempre più complessa e multi organo www.iiimb.me con le reazioni avverse dell’antimalarico principe,  e le delusioni cinesi del più promettente antivirale che pare non cambia  il decorso della malattia, come si evince da uno studio controllato pubblicato sul sito dell’OMS “accidentalmente” https://www.statnews.com/2020/04/23/data-on-gileads-remdesivir-released-by-accident-show-no-benefit-for-coronavirus-patients/

Dalla recente storia della lotta alle epidemie, di cui Napoli è stata una infelice protagonista, emerge la figura di Giulio Tarro  vecchio primario del Cotugno, stretto collaboratore di Albert Sabin e scopritore del Virus Sinciziale che stava uccidendo l’infanzia napoletana additato come il MALE OSCURO. Dall’alto delle sua 4° gioventù, Tarro sviluppa considerazioni discutibili, (e chi non le è discutibile in questa crisi della corona virale 19), che andrebbero discusse come tutte le altre al fine di pervenire ad una maggiore chiarezza nella strategie preventive e terapeutiche dove dire che brancoliamo nel buio è poco come scrive NATURE https://www.nature.com/articles/d41586-020-01056-7

Leggo tra le righe, e neanche tanto tra le righe, una grande voglia di rigore scientifico e la volontà di stroncare i falsi profeti che si affacciano in ogni tragedia sociale e nelle epidemie. Come la storia insegna i grandi vecchi sono la radice della conoscenza vissuta, che possono insegnarci molto dalle vittorie e dalle sconfitte che nella loro vita hanno subito sul campo. Il resto va affidato al ragionamento teorico e sperimentale, in particolare in medicina dove quello che conta è il risultato o la Evidence Based Medicine. Non mi pare molto saggio tentare di chiudere la bocca a grandi medici più o meno candidati o vincitori del Nobel come Luc Montagnier, che liberi dalle pressioni della giovane età, ci parlano liberamente dandoci elementi  da sviluppare e da invalidare o validare nelle procedure sperimentali, che pullulano ovunque con centinaia di protocolli di ricerca presentati e qualche decina approvati, che si auspica ci diano veloci risposte su come sconfiggere la prima pandemia moderna come la ha definita Bill Gates .

La “linea ufficiale”, da comunicare la sera a reti unificate, non va bene neanche nei luoghi dove lo fanno di mestiere, come si è appreso con la vicenda del medico di Whuan che stava disturbando la linea ufficiale gridando che c’era un pericoloso virus in giro.

Oggi che le linee guida e i protocolli sono precipitati nella polvere del COVID-19,  sarà bene tornare al ragionamento clinico, alla diagnosi differenziale, alle sane discussioni sulle controversie in medicina e chirurgia, allo sviluppo mancato della terapia personalizzata di precisione, che deve integrare le linee guida applicandole e adattandole al singolo paziente. Di questo andiamo ragionando nei WORKSHOP SU MERIDIANTECH E COVID19 alla ricerca di una strategia per  realizzare sul campo un trial  internazionale che valuti la terapia di precisione personalizzata guidata da valutazioni farmacogenomiche e farmacolettrodinamiche  anche contro il COVID 19 http://ibb.kpi.ua/article/view/140255

Perchè mai come in questo caso, vale la massima di Deng Xiao Ping : L'IMPORTANTE NON E’ CHE IL GATTO SIA ROSSO O NERO, L'IMPORTANTE E CHE ACCHIAPPI TOPI…nel nostro caso I malefici COVID-19, USANDO LA FORZA E LA GRAZIE  di cui non manchiamo quando vogliamo


Prato 25 Aprile 2020 Vincenzo Valenzi


CORONA VIRUS TRA PREVENZIONE E TERAPIA : CHE FARE? (4)
Nella tempesta di citochine scatenata  dal COVID-19, l’antica  domanda riemerge  criticamente come si legge  anche da un articolo di NATURE, di cui si riporta il titolo, che ci segnala le difficoltà a decifrare come agisce il virus e come combatterlo https://www.nature.com/articles/d41586-020-01056-7?utm_source=Nature+Briefing&utm_campaign=bed528b7fb-briefing-dy-20200414&utm_medium=email&utm_term=0_c9dfd39373-bed528b7fb-44373361
How does COVID-19 kill? Uncertainty is hampering doctors’ ability to choose treatments
Doctors are reaching for drugs that dampen the immune response — but these also undermine the body’s own fight against the coronavirus.
La questione è stata al centro del 1 WORKSHOP ONLINE DI PROGNOSNET Functional Diagnostics & Coherent Therapy; Coherent Drugs, Compatible Foods & Envrironment che ha avviato una riflessione attiva sul potenziale inesplorato di diagnostiche e di guida alla terapia di precisione personalizzata con meridiantech, che potrebbero, opportunamente validate in brevi e nitidi trial, contribuire forse non poco, alla lotta contro il COVID 19.
Nel poker in atto con il COVID 19, sarebbe il caso di andare a vedere queste carte al tavolo della scienza sperimentale, oltre il pregiudizio dei fans (abbastanza depressi) e dei difensori della purezza della scienza che sembrano sempre più in difficoltà, con le certezze tetragone ispirate dai trattati e dale riviste dove si trovava il verbo, messe in ginocchio dalla malizia di un virus che ha svelato tutte le nostre debolezze e non solo immunitarie .
Qualcosa succede anche sul fronte dellacqua, dove si sono combattute dure battaglie, non sempre scientifiche, e finalmente cominicia a svelarsi, anche nei quartieri alti, la presenza di strutture ordinate interne al liquido della vita, che palesemente non può essere in continua decadenza browniana, senza ucciderci meglio del corona virus 19 - https://www.chemistryworld.com/features/the-weirdness-of-water/4011260.article?utm_source=Nature+Briefing&utm_campaign=bed528b7fb-briefing-dy-20200414&utm_medium=email&utm_term=0_c9dfd39373-bed528b7fb-44373361 .
Ne avevamo parlato in una recente rassegna presentata a COSMOS AND BIOSPHERE in Crimea pubblicata sulla rivista del Politecnico di Kiev di recente http://ibb.kpi.ua/article/view/140255
Altri lavori erano stati sviluppati dal genio di Allan Widom, uno dei più potenti fisici teorici in circolazione, che con Yogendra Srivastava ha sviluppato il lavoro pionieristico di Giuliano Preparata ed Emilio Del Giudice sugli stati coerenti e incoerenti dell’acqua, che cominciano a trasparire anche dagli sviluppi sperimentali e teorici riportati dal giornale CHEMISTRY WORLD https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/qua.22140
La presenza di leadership scientifiche e mediche impegnate sul fronte della lotta al CORONA VIRUS 19 al 1 workshop di Pasquetta , lascia ben sperare CHE A BREVISSIMO SI POSSANO VARARE DEI TEST CONTROLLATI IN AMBITI QUALIFICATI, per verificare i dati sparsi e le narrative non strutturate, che rivelano la possibilità di realizzare la terapia di precisione personalizzata QUI E ORA .  Come si legge su NATURE  c’è ne sarebbe qualche bisogno.
Lascerei la parola ai risultati di buoni test rigorosi e super controllati, chiedendo ai vari supercritici, di non sentirsi troppo offesi per l’invasione di campo di pratiche che si trovano poco e male nei trattati e nelle riviste buone, ma che forse potrebbero darci una mano nella partita mortale con il corona virus…
La scienza è fatta anche di prove oltre che di letture più o meno sacre…
Prato 15 aprile 2020 Vincenzo Valenzi
www.cimb.me                                                                                                             http://www.cirps.it/sez-bem/
CORONA VIRUS : CHE FARE (3)
Nell'inquietudine di una Pasqua di cui si sente  la Croce, e non si vede La Resurrezione, che era attesa per la Pasquetta, ma che si dilata al 3 maggio,  si sviluppano riflessioni sullo stato della crisi virale che vede come punta dell'iceberg oltre 100 medici morti; dato questo che allarma per il numero e per la percezione delle difficoltà che abbiamo ad affrontare questa aggressione virale in Italia e non solo.

Obiettivamente a fronte dell'epidemia di Whuan, da più parti si è presa sottogamba la minaccia pandemica in un'epoca globalizzata dove come segnalavano le leadership lombarde 2500 cinesi stavano rientrando in Toscana e non solo come si è visto.

Ci sarà da riflettere anche sulla gestione della crisi e dei numeri che sono oscillati dai tentativi di minimizzarli, facendo pochi tamponi e solo ai sintomatici, mandando cosìin giro circa migliaia di contagiatori non sintomatici  non diagnosticati, per poi passare alla quarantena semitotale con non contagiati e contagiati nelle case spesso piccole e superinquinate in particolare nella pianura padana, invece di mandare tutti quelli che potevano nelle seconde case e negli alberghi in aree montane e marine di alta qualità dell'aria potenziando l'immunità infiacchita dall'inquinamento.

Sarebbe il caso di ripensare la caccia ai frequentatori delle seconde case opportunamente regolandola, come si faceva con le vecchie cure climatiche in particolare della tubercolisi

Come sarebbe il caso di allargare la base di diagnostica come hanno fatto i tedeschi...E rimettere a lavorare tutti i soggetti sani e lasciando in quarantena i Covid positivi

Oramai si va chiarendo l'assetto immunitario della risposta al corona virus e test anticorpali affidabili si vanno affacciando sul mercato, così sarebbe urgente fare milioni di test per liberare dalla quarantena anche tutti gli immunizzati

In merito alla terapia e alla storia innaturale della malattia da COVID -19, un contributo viene dai Medici del fronte di Bergamo che di fronte alla Waterloo dei protocolli e linee guida, si vanno riappropriando del ragionamento clinico diagnostico terapeutico e ci propongono analisi dei dati anatomopatologici, clinici e terapeutici  di grande interesse, che ci riportano alla tradizione medica corrente. http://www.cimb.me/covid-19.html

Un contributo biotecnologico  alla diagnostica funzionale e alla guida alla terapia potrebbe venire dal sistema PROGNOS, di produzione tedesca e di concezione tedesco russa,  che può contribuire alla diagnostica dei virus presenti tra cui il COVID 19 (con una affidabilità del test in valutazione) e in particolare di selezionare i farmaci, dagli antinfiammatori ai gastroprotettori, agli antivirali agli antibiotici ai modulatori dell'immunità e dello stress oltre che i "nuovi" come CLOROCHINA egli altri messi in campo per contrastare l'infiammazione e il virus, con attenzione anche alle malfamate intolleranze alimentari, che in disordini intestinali e non solo giocano un ruolo importante.

Il tutto come supporto strumentale che valuta al momento l'effetto coerente o incoerente dei farmaci da somministrare e di rivalutarne l'azione in tempo reale a fronte di reazioni avverse sui vari sistemi, gastrointestinale cardiocircolatorio respiratorio ecc. consentendo di precisare la terapia.

Dalle ricerche dell'ex Unione Sovietica ci giungono anche sistemi di radiofrequenza antivirali che usate in casa in questi giorni, dove un raffreddore e un mal di gola genera allarme rosso, ci mostrano una certa potenza sintomatica di non facile interpretazione, ma che sarebbe il caso di testare oltre le credenze più o meno pseudoscientifiche.

Una policentrica internazionale è in pianificazione con gli aggiornamenti urgenti del software dei segnali dei farmaci da testare ai soggetti volontari in un progetto di ricerca controllato di cui stiamo  valutando i vari aspetti metodologici statistici ed etici.

In questa Pasqua triste e quarantenizzata, un augurio di resurrezione per noi tutti e per le nostre Società che si auspica a ogni livello, possano imparare da questa quaresima virale e risorgere più forti e determinate a proteggere la salute come reale valore fondante di tutte le Costituzioni, che troppo spesso sacrifichiamo sull'altare del vitello d'oro ...

Prato 11 aprile 2020 Vincenzo Valenzi
www.cimb.me
.
         

         della serie: INCONTRI SCIENTIFICI A CAMPI          
Giovedi 13 Febbraio 2020 ore 15:00
Via S. Cresci 375, San Piero a Ponti (clicca per la mappa: SALA RIUNIONI BAR 3 PONTI)
..
          INCONTRI SCIENTIFICI A CAMPI          
DIPARTIMENTO DI MEDICINA INTEGRATA E BIOFISICA
Firenze www.cimb.me Federiciana Università Popolare www.unifeder.it
Rettore Salvatore MM Giraldi
      
 
INCONTRI SCIENTIFICI A CAMPI
 
 IL DOLORE
 
TRA ENIGMI, PREVENZIONE RIABILITAZIONE E TERAPIA
 
 
     Martedì 14 Gennaio 2020 ore 15.00
 
                            SALA RIUNIONI BAR 3 PONTI
 
                 Via S. Cresci, 75, 50013 Campi Bisenzio (Fi) 055 899 9115

 
 
Concerto di Apertura di Anton Marashi Violoncellista
 
 
Saluto di Deborah Pellegrinotti Direttore Bisenzio sette
Saluto Autorità  
 
Sono stati invitati a intervenire tra gli altri:

 
Umile Granieri Neurochirurgo: Eziopatogenesi diagnosi e trattamento chirurgico del dolore
 
Vat Marashi   Pediatra : L’approccio non convenzionale nella  terapia del dolore.
 
Jacopo Scala Specialista ORL: IL trattamento medico chirurgico delle  rinosinusiti
 
Albina Pisani: Medico di Famiglia Termalista: Cure termali nella terapia delle artropatie
 
Mbanda Luwa  Direttore San. Aggiunto GdF VE: Il dolore psicosomatico  retrocardiale.

Leonardo Longo Direttore Centro Laser Firenze: La laser terapia nel dolore.
 
       
 
         Modera Vincenzo Valenzi
 
        Direttore Dipartimento di Medicina Integrata e Biofisica UNIFEDER di Firenze

 
       
COLLOQUIO  di Luc MONTAGNIER con Vincenzo VALENZI sulle memorie biologiche  https://youtu.be/CuQtvjBuavI
   
A richiesta sono previste visite di valutazione gratutite per gli interessati

Posti limitati si prega prenotare
Info  e prenotazioni:  331 13 14 801


L'INDUSTRIA DELLA TERAPIA DEL DOLORE AL BIVIO

Ancora attuale la Lezione di Mario Tiengo

Mario Tiengo ha combattuto  a sua lunga battaglia contro il dolore, infatti, sfiorava il mondo accademico per arrivare al cuore di coloro che soffrivano. Le sue seicento pubblicazioni scientifiche, i suoi congressi, i suoi interventi a livello istituzionale hanno demolito un vecchio tabù; hanno dimostrato che il dolore non è una punizione divina ma un'anomalia che bisogna correggere.
Nel 1982 la grande svolta: Tiengo crea la cattedra - prima nel mondo - di Terapia del dolore e ne diventa titolare, diventando famoso a livello internazionale, come dimostra l'assidua collaborazione con il Premio Nobel John Eccles e con studiosi della International Association for the Study of Pain, che lo chiama nell'ufficio di presidenza a Seattle. Lascia la cattedra universitaria - per limiti di età - nel 1996, dopo avere allestito una grande struttura: il primo ospedale italiano per la terapia del dolore, in via Commenda, che oggi
porta il suo nome. Così lo ha ricordato Ignazio Mormino del Corriere della Sera  dopo la sua scomparsa a fine settembre del 2010.
Tiengo ospitò una delle COHERENCE  milanesi che preoccuparono il bel mondo della scienza tutta di un pezzo che considerava ( e considera) alcune attività scientifiche.... "non scientifiche" ..... sulla base di valutazioni dottrinali che ricordano tragicomicamente i tempi del vecchio Galilei e della Sacra Inquisizione, che almeno difendeva la dottrina della fede, qui sostituita dalle "leggi" della fisica che a parere dei nuovi sacerdoti scientifici sarebbero violate, come annotò Maddox nell'editorial reservation dell'articolo di Nature di Benveniste sulla Memoria dell'Acqua  del 30 giugno 1988   https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/scienza_e_fisica_quantistica/basi-scientifiche-memoria-dell-acqua-scienziato-benveniste
Le conseguenze di questo modo di fare da parte di settori prevalenti nella Comunità Scientifica Occidentale non mancano, ben visibili nella terapia del dolore e nei suoi  risultati che ci stanno riportando ai tempi d'oro della farmacologia dell'Oppio e da qualche anno della Canapa,  divise tra  politiche dure di tolleranza zero contro le droghe con le carceri piene di consumatori e spacciatori, e    nuove politiche sanitarie e industriali correlate, che hanno rilanciato l'uso di oppioidi sintetici  e di derivati della cannabis  come prima o seconda linea nella terapia del dolore che,  tra un effetto avverso e l'altro, paiono competitivi nel trattamento classico del dolore come evidenziato in una recente metanalisi dei principali lavori prodotti negli ultimi anni  sull'uso dei derivati della Cannabis nella terapia del dolore cronico, neuropatico post chemioterapia, e nelle grandi patologie degenerative del sistema nervoso  http://www.epiprev.it/materiali/2017/EP5-6/MaterialiAggiuntivi/ART-Saulle_MaterialeAggiuntivo.pdf .
Le conseguenze della diffusione degli oppioidi sintetici e dei derivati della Cannabis https://www.annualreviews.org/doi/10.1146/annurev-med-050214-013454 nella terapia del dolore, sono ancora da valutare, anche se non mancano le contraddizioni e le preoccupazioni per l'uso non medico di queste sostanze e i relativi commerci paralleli delle stesse,e per difatto  lo sdoganamento culturale  e sanitario nelle popolazioni già fin troppo sensibili al fascino stupefacente delle stesse,Verso il dolore cronico (quello acuto appare sempre più abbandonato a se stesso,  come nel trattamento delle estrazioni dentali dove spesso non si usano neanche gli antibiotici  e i FANS  (Antinfiammatori non sterordei tipo Aulin,  Brufen, Voltaren, Feldene, Naprosyn ecc), si usano sempre di meno, si vanno sviluppando nuove strategie di trattamento del dolore nell'artite reumatoide http://www.dottnet.it/articolo/26164/artrite-reumatoide-con-le-nuove-cure-52-settimane-senza-dolore/?tag=10648923937&tkg=1&cnt=2 mentre a parte l'aulin, che viene bandito come un criminale negli USA, e limitato alla prescrizione medica in Italia, anche gli altri FANS sono sotto oservazione per contribuire attivamente al monte di reazioni avverse che in Italia colpiscono il 7% della popolazione  http://www.dottnet.it/articolo/25849/aumentano-le-reazioni-avverse-ai-farmaci-interessato-il-7-della-popolazione/?tag=10632659934&tkg=1&cnt=7 Negli USA secondo un lavoro di  di qualche tempo fa  pubblicato su JAMA, avremmo 100.000 morti all'anno con cinque milioni di reazioni avverse di cui la metà  gravi, un Vietnam continuato su cui sarebbe bene riflettere, in particolare a fronte di qualche possibilità di ridurre le reazioni avverse ai farmaci con   nuove metodiche chimico quantistiche farmacoelettrodinamiche http://ibb.kpi.ua/article/view/140255  che devono trovare  una necessaria validazione scientifica che viene combattuta ad armi impari da parte dei Gruppi  industriali timorosi di perdere le rendite di posizione sui mercati, tramite i loro bracci operativi accademici   https://www.vglobale.it/2018/06/27/la-memoria-dellacqua-trentanni-dopo/ Sono oramai 20 anni che testiamo modelli farmacoelettrodinamici che evidenziano un possibile netto miglioramento della terapia farmacologica nei due rapporti chiave: RISCHI/BENEFICI, utile per quanto riguarda la riduzione di reazione avverse ai farmaci,  discussa sopra con un potenziamento esponenziale della potenza della terapia dei grandi farmaci come cortisonici, FANS, antistaminici, prazolici,  ecc.
COSTI/BENEFICI un miglioramento di questo rapporto sarebbe utile, per ridurre i costi della sanità pubblica, spesso al collasso, e anche quella privata  e non solo nei Paesi in Via di Sviluppo dove mancano proprio i soldi per comprare i farmaci, sia allo Stato, che ai malati, che vivono precariamente la loro vita media ancora intorno ai 30/40 aa di vita.
Il primo studio aperto fu eseguito nel 1999-2000, nell'ambito di un Accordo tra Comando Generale della GDF e Dipartimento di Scienze Chirurgiche della "Sapienza" di Roma  diretto a quel tempo dal prof. Vincenzo Martinelli. Lo studio in doppio cieco sulla rinite allergica non fu realizzato per il ritiro dallo studio dei colleghi immuno-allergologici che a quanto pare si trovarono impegnatissimi in altre  cose   http://www.22passi.it/downloads/biorisonanza/qeddefinitivo.pdf Qualcosa si muove in Europa e altrove. A breve   saranno avviati studi controllati in vari ambiti per validare i modelli farmacoeletrrodinamici in ambito allergologico e se qualcuno è interessato anche nel dolore acuto nella piccola chirurgia e cronico nelle patologie per cui si comincia ad usare la Cannabis.  Ci si domanda nelle conclusione di questa nota se i  colleghi guidati dal buon Silvio Garattini vorranno partecipare a qualche RCT o se continueranno con la tiritera della pseudoscienza, mancanza di evidenze scientifiche,  ecc, a cui consiglio di dare una occhiata ai materiali scientifici qui linkati http://www.uniglobus.it/materiali.html Vincenzo Valenzi


                                                    ..                                                                     
DIPARTIMENTO DI MEDICINA INTEGRATA UNIFEDER www.cimb.me

Dear Colleagueas
pls find in annex the CALL FOR PAPER FOR NEXT COHERENCE 2020.
Pls send abstract (1-2 pag) before dead line we will look to published proceddings with IBSN. Pasquale Avino will follow the editing.
Best wishes and Merry Christmas again for Orthodox Cristian (not scientific hortodox.. I hope...)
Vincenzo Valenzi

ASSOCIATION JACQUES BENVENISTE POUR LA RECHERCHE
www.jacques-benveniste.org email: association@jacques-benveniste.org info:0039 331 13 14 801
COHERENCE 2020
12 MARZO 2020 9.00-20.00 ROME THE CRISIS OF THE DOSE PARADIGM AND THE NON-LINEAR INTERACTIONS: THEORETICAL AND APPLICATIVE DEVELOPMENTSOF THE EXPERIMENTS OF JACQUES BENVENISTE https://www.nature.com/articles/333816a0

Some considerations on 20 years of COHERENCE

It has been 20 YEARS for the series of "COHERENCE" Conferences on THE ROLE OF QED IN MEDICINE, with Giuliano Preparata and Emilio Del Giudice, that were held in the past in the famous LA SAPIENZA University of Rome. Noteworthy was the COHERENCE Conference in 2002 in honor of Giuliano Preparata (10 March 1942, Padua – 24 April 2000, Frascati) in the Rector's Conference Room, with, inter alia, a Keynote presentation by Jacques Benveniste,

There are many great universities in the forefront worldwide, with scientists at the frontiers of science, in particular in the EAST, which contend for the JACQUES-BENVENISTE AWARD at the highest academic levels. At the COSMOS&BIOSPHERE Conference, a long track record of conferences in Crimea, the recent events did not allow us to deliver the prizes of the last two editions (2017 & 2019). ). On 12 March 2020 in Rome there will be an opportunity to do so.

An opportunity to exchange idea, theories and experiments in the Scientific Community on some controversial topics of strategic interest for Life Science and Public Health.

MATERIALS AND CONTRIBUTIONS FROM COHERENCE MEETINGS: http://www.iiimb.me/materiali.html
L’ULTIMA CONFERENZA DI GIULIANO PREPARATA:

https://www.vglobale.it/?s=Award+benveniste
REPORT ON AWARD BENVENISTE https://youtu.be/CuQtvjBuav

I colloqui Valenzi Montagnier Lugano 2007 Archivi Benveniste http://www.vimeo.com/10883097
Colloquio Valenzi BRIZHIK Istituto di Fisica teorica di Kiev http://www.vimeo.com/10761564
Colloquio Valenzi Voeikov Chimico Lomonosov University Mosca http://vimeo.com/11108801 Colloquio Valenzi Grimaldi - CNR Roma 3° ANNOUNCEMENT - CALL FOR PAPERS DEADLINE 31 JANUARY

Info: vinvalenzi@gmail.com tel./WA 0039 331 13 14 80
..

DIPARTIMENTO DI MEDICINA
INTEGRATA E BIOFISICA di fìrenze, www.cimb.me
Federiciana Università Popolare www.unifeder.it









INTERVISTA
Dr. Sudhir Bagga
                            

Dialogo con Vadym Berevzosky
30 04 19 UNA PAZZA PRIMAVERA DA DECIFRARE
In uno scenario alpino natalizio improprio, con le coste spazzate da trombe d'aria, ci si domanda che succede alle stagioni e CHE FARE ?
Si è pensato che questi fenomeni climatici anomali dipendessero da attività umane, che vanno sbilanciando gli equilibri naturali, il Global Warming, e alcune misure si vanno prendendo in particolare sulle emissioni inquinanti industriali e autoveicolari e si punta allo sviluppo sostenibile.
Ma terrapiattisti a parte, è ben noto che il nostro villaggio globale terrestre è giusto un po' più grande di quello che vediamo aggirarsi intorno a noi come Luna e in generale qualcosa di simile ad una delle stelle che vediamo piccole piccole e come forse il CLIMA sulla terra dipenda principalmente dal clima cosmico, in primis dall'attività solare.

Se ne parlerà in Crimea dal 23 al 27 settembre nella XIII CONFERENZA INTERNAZIONALE COSMO E BIOSPHERA dedicata ai 50 anni della Scuola di Magnetobiologia, tema questo alquanto trascurato, pericolosamente, per la conoscenza dei fondamentali meccanismi biologici che sono regolati dalla chimica e dalle interazioni bioelettromagnetiche lineari e non lineari, sino all'effetto Bohm Arhonov, che pare giocare un ruolo chiave nella regolazione dei fenomeni biologici come messo in evidenza a livello teorico e sperimentale tra gli altri  da Voll, Eccles, Benveniste, Preparata, Del Giudice, Trukan, Widom, Srivastava, Montagnier.
Dal Cosmo al microcosmo cellulare, la ricerca procede tra difficoltà reali e resistenze che ricordano molto la lezione socratica del sapere di non sapere che è ancora attuale, anzi amplificata dalla crescita di ciò che sappiamo, che resta il principale ostacolo, paradossalmente, all'acquisizione di ciò che non sappiamo ancora, come ci disse tempo da Claude Bernard.
La gestione delle patologie da inquinamento urbano in particolare allergiche e asmatiche, rilanciando l'antica climatoterapia montana per affrontare l'emergenza sul modello di Briancon che va rilanciato ed esteso in tutta l'Europa, nuove strategie di cura guidata  delle malattie infettive, il contrasto alle reazioni avverse ai farmaci, sono i temi di interesse più strettamente umano su cui abbiamo testato in questi anni  teorie modelli e tecniche operative che andranno validate in ricerche multicentriche che stabilizzino e consolidino i risultati che, ci informano che si possono migliorare i rapporti rischi benefici e costi benefici delle terapie, praticando la terapia di precisione personalizzata su base farmacoelettrodinamica .
Sono questi temi trattati nelle ultime conferenze dai Kiev, Saratov, e di cui si parlerà anche in Crimea in un contesto più ampio tra COSMO E BIOSFERA.
La sfida della cooperazione scientifica è aperta, per conquistare e consolidare nuove conoscenze e nuove tecniche da Boston a Minneapolis, da Roma a Parigi da Kiev Mosca, da  Varsavia a Saratov per giungere in Crimea di cui trovate la lettera di informazioni  in  allegato.
Al di là dei molti muri vecchi e nuovi, solo una forte cooperazione internazionale e interdisciplinare ci potrà consentire di andare oltre i nostri nuovi limiti e superarci per affrontare e vincere la sfida della modernità, dello sviluppo sostenibile e giusto,  e di tentare di convivere con le bizze del clima locale e cosmico.
Prato 18 Maggio 2019 Vincenzo Valenzi


P.S. c'è la possibilità di dare una mano alla ricerca con il 5x mille. La FONDAZIONE FUTURA Onlus presieduta dal Generale Stefano Murace, che è impegnata da anni nella promozione di ricerche sui tumori, sulla Fusione Fredda e che ci ha aiutato nelle attività di COHERENCE e che ci deve aiutare ancora  di più nelle prossime sfide scientifiche che ci attendono. Vi chiedo di dare il vostro 5 PER MILLE scrivendo il codice fiscale nr. 07278491001 della Fondazione Futura
sulla vostra dichiarazione dei redditi.



Con la partecipazione di studiosi provenienti da tutta la Russia e dalla Polonia ( con una relazione di interesse strategico per gli studi ecologici e il progetto di ECOTERAPIA della prof. Malgorzata di cui vi daremo conto a breve) con l'intervento del Vice Rettore con delega alla ricerca Dimitry Petrov dell'Universita Yuri Gagarin, e con la regia della Prof. Svetlana Rogacheva si sono aperti i lavori congressuali di importanza rilevante per lo sviluppo sostenibile e per la Sicurezza ambientale e sanitaria oggi a rischio, come effetto collaterale del rigoglioso sviluppo industriale a cui si cerca di porre rimedio, per costruire un felice rapporto tra Uomo e Ambiente come suggerito dal Maestro Baldassare Messina.

The researches from Ippocrate to Razzouk are strategic for modern Medicine and treatment of asthma, cronich brochitis, allergies, and new sistematic treatment of infections diseases as in past in tubercolosis

While in SARATOV today we will conclude SAFETY 19
In Briancon Is starting the Conference ALTITUDE ET SANTE,'
thath Will discuss the role of Mountain Areas in the systematic treatment of chronic diseases as ashtma, allergies, infections ecc.

My trip was saved again by an Aulin (in a new strange artritic  crisis), after coherent  test to choose the analgesic useful , but for many disorder we must change air, as in the past against tubercolosis in the "Montagna Incantata" of Thomas Mann

SARATOV 26 April 2019 Vincenzo Valenzi


The report of SAFETY on Climatotherapy

Clinics of Integrative Medicine and Biophysics

Gli  straordinari successi delle varie Scuole Mediche, fanno spettacolo nel marketing, dove in genere si parla dei successi e "dei fiaschi non parlarne mai" come diceva RON in una sua canzone.
E' importante lavorare sempre sulle criticità, in particolare in medicina e sulle reazioni avverse se  vogliamo ottimizzare al meglio le possibilità che vengono dalle varie Scuole Antiche e Moderne.
Il fine superiore resta la comprensione dei malesseri e delle patologie che colpiscono il Salute  e la Potenza nell'Uomo e nella Donna moderni  minando l'efficienza e il benessere.
Se ognuna delle Scuole Mediche terapeutiche, potesse veramente  realizzare le promesse annunciate, infatti, saremmo in un Paradiso della salute,  che purtroppo non c'è. Per avvicinarsi a questo supremo obiettivo c'è bisogno di prendere il meglio dalle varie Scuole, antiche e moderne ortodosse e alternative.
Da  queste ragioni, nasce il progetto di Rete di Cliniche di Medicina Integrata e Biofisica, che mira a usare in modo sinergico i progressi delle grandi Scuole Mediche, ognuna delle quali ci arricchisce di una luce particolare su dettagli del labirinto della Mente e dei Segreti della Vita offrendoci chiavi non inedite, ma spesso trascurate e svilite, che sono in grado di aprire la via al Benessere e alla Salute, guidando la pratica curativa al successo, dalla piccola, alla grande chirurgia, dalle antiche cure Orientali alle moderne bombe farmacologiche guidate dalla farmacoelettrodinamica, dalla riabilitazione del corpo integrata, alla riabilitazione della psiche che si perde nei labirinti della della mente, in un lavoro di squadra che deve esaltare il meglio delle varie tecniche e Scuole per realizzare prevenzione e cura ottimale del benessere, della potenza e della salute dei clienti impazienti, che si attendono aiuto dalla medicina "ai confini dei miracoli"  per i quali ci stiamo attrezzando, con scienza e coscienza forti delle grandi lezioni degli antichi e moderni maestri
Il lavoro clinico e scientifico si svolge nei centri privati e pubblici che aderiscono al progetto CIMB, in collaborazione il Dipartimento di Medicina Integrata e Biofisica che opera nella formazione superiore del personale sanitario nell'area della Medicina Integrata in collaborazione con centri scientificfi e universitari internazionali alleati.
Dear Colleagues! We invite you to take part in XIII International Crimean Conference "Cosmos and Biosphere",
which will be held September 23 - 27, 2019 in Crimea The conference is dedicated to the 50th anniversary of the Crimean School of Magnetobiology.
We would like to draw your attention that the dates of the conference have been changed (due to a change in the date of the VI Congress of Biophysicists of Russia in Sochi and the wishes of the participants of the forums).
The conference will include plenary, sectional and poster presentations, as well as evening lectures.  Conference topics:
• space weather and biological processes; • space weather and medicine; • space weather, brain and psyche; • biological effect of micro doses of various physical factors; • environmental problems of the biosphere and near-Earth space; • space weather and physic – chemical systems, the role of water in the effects of space weather; • cosmic influences on the technosphere; • space weather and social phenomena. Abstracts of papers will be published to the beginning of the conference. Applications for participation in the conference are accepted until July 31, 2019 at: cosmos.biosphere2017@mail.ru A cultural program will be prepared for the participants of the conference.
Organizers: Federal State Budgetary Educational Institution of Higher Education “Crimean Federal University named after VI. Vernadsky "; Scientific Council on the Study and Protection of Cultural and Natural Heritage, Section "Cultural and Natural Heritage of Crimea" of the Russian Academy of Sciences Chairs of the Program Committee: Elena Nikolayevna Chuyan; Vladimirsky Boris Mikhailovich; VincenzoI.Valenzi. Organizing Committee: E. Biryukova; Ravaeva M.Yu.; Tumanyants K.N.; Yarmolyuk N.S.; Grigoriev, P.E.; Brazhnikov N.A.
Please confirm participation with the form (full-time / part-time).
Многоуважаемые Коллеги!
Приглашаем Вас принять участие в  XІІI Международной Крымской конференции "Космос и Биосфера",  которая состоится 23 – 27 сентября 2019 г. в Крыму
Конференция посвящается 50-летию Крымской школы магнитобиологии.
Обращаем Ваше внимание, что даты конференции изменены (в связи с изменением даты проведения VI Съезда биофизиков России в Сочи и пожеланиями участников форумов).  Работа конференции будет включать пленарные, секционные и стендовые доклады, а также вечерние лекции.  Тематика конференции: • космическая погода и биологические процессы; • космическая погода и медицина; • космическая погода, мозг и психика; • биологическое действие микродоз различных физических факторов; • экологические проблемы биосферы и околоземного космического пространства; • космическая погода и физико–химические системы, роль воды в эффектах космической погоды; • космические влияния на техносферу;  • космическая погода и общественные явления.
Тезисы докладов будут опубликованы к началу работы конференции. Заявки на участие в работе конференции принимаются до 31 июля 2019 г. по адресу:cosmos.biosphere2017@mail.ru Для участников конференции будет подготовлена культурная программа.  
Организаторы: Федеральное государственное бюджетное образовательное учреждение высшего образования «Крымский федеральный университет имени В.И. Вернадского»; Научный совет по изучению и охране культурного и природного наследия, секция "Культурное и природное наследие Крыма" Российской Академии Наук Председатели Программного комитета: Чуян Елена Николаевна; Владимирский Борис Михайлович; VincenzoI.Valenzi. Организационный комитет: Бирюкова Е.А.; Раваева М.Ю.; Туманянц К.Н.; Ярмолюк Н.С.; Григорьев П.Е.; Бражникова Н.А.  Просим подтвердить участие с указанием формы (очное/заочное).
Abstracts Rules
• Be careful, abstracts will be published in the form in which you send them;
• Abstracts should be submitted in Russian;
• The volume of abstracts should not exceed one A4 page size (for more details, see the instructions for writing abstracts);
• To publish abstracts, you must register on the Conference website and submit abstracts no later than June 25, 2017;
• Abstracts are accepted exclusively by e-mail at: BioPhys-Conf-2017@biophys.ru
• The name of the file with theses must match the name of the first author, typed in Latin. In the case of two or more abstracts of the same author, the numeration in Arabic numerals is added to the author’s last name;
• Abstracts should be created and saved in MS Word in the format * .doc;
• Abstracts submitted after the deadline or not in accordance with the Rules will not be considered.
Instructions for abstracts
1. Abstracts are typed and saved in the text editor MS Word in the format * .doc;
2. Abstracts are printed at 1 interval, in Times New Roman, 10 pt., No more than 1 page, A4 page size (210 x 297 mm), 20 mm margins on all sides;
3. First line: TITLE (IN CAPITAL LETTERS, bold, centered);
4. [blank line] Following the header is an empty line;
5. List of authors: surnames with initials (bold, comma separated, centered). When listing authors from different organizations, no characters are put after the initials of the main author and coauthors from the same organization; after the initials of co-authors from other organizations a number is put (starting with one, without a space, superscript) in accordance with the order of addresses in the list below. A properly designed list of authors may look like this: Ivanov SI, Petrov V.D.1, Sidorov K.M.
6. Coordinates (place of work, country, contact information, E-mail). If there are several addresses for different authors, each address (except for the first one that belongs to the main author) in the superscript is put a number in accordance with the list of authors (center alignment);
7. [blank line] Next, one empty line.
8. Text of theses (aligned to the width, red line 1 cm, including for lines with formulas);
9. Formulas should be typed in the MathType editor or Microsoft Equation Editor 3. References to formulas are given in parentheses, to the literature from the list - in square brackets. Formula numbers (in parentheses) are aligned on the right border of the text;
2
10. Drawings, diagrams and photographs must be included directly in the text and accompanied by titles;
11. [blank line] Leave one empty line;
12. After the text of the theses, before the list of references, there is a brief summary (title, authors, place of work, contact information) in English;
13. If you give a list of references, it should be issued as follows:
14. [blank line] Leave one blank line before the list of literature;
15. Literature (bold, left justified).
 List the numbered list of publications as follows:
• for books: Surname and. O., Surname, and. O. Title. - City: publisher, year. NNc.
• For articles: Last Name, First Name, Last Name, First Name, Last Name, First Name Title // Journal, Year, Volume NN, Number NN, Page. Nn-nn.
info@cimb.me
Sito momentaneamente in costruzione
Questo sito non fa uso di cookie e non fa raccolta dati personali per la privaciy
Torna ai contenuti